ASSOCIAZIONE ITALIANA DEI MAGISTRATI PER I MINORENNI E PER LA FAMIGLIA
[ HOME ] [ CERCA ] [ STAMPA ]
Corte di Cassazione, sentenza 10 marzo 2010, n. 5856 - In tema di autorizzazione ex art. 31 del D.Lvo n. 286/98 (18.3.10)


Autoritą giudiziaria: Corte di Cassazione 

Estensore: Cultrera

Tipo e data provvedimento: sentenza 10 marzo 2010, n. 5856

Sommario: contrariamente a quanto stabilito da Cass. 16.10.2009, n. 22080 (vedi) e Cass. 19.1.2010,  n. 823, la sentenza afferma  che i «gravi motivi connessi con lo sviluppo psico-fisico del minore» devono essere determinati da situazioni di emergenza e non possono invece derivare da circostanze di «tendenziale stabilitą» come la frequenza della scuola da parte dei minori e il processo educativo formativo che rientrano nell'«essenziale normalitą» e non fanno dunque scattare la tutela prevista dall'articolo 31 del Testo unico sull'immigrazione.

Testo: vedi (dal sito Guida al diritto - Il Sole 24 ore)



[ HOME ] [ CERCA ] [ STAMPA ]
© 2017 AIMMF - Tutti i diritti riservati - Avvertenze legali
Per la corrispondenza con il sito: aimmf@minoriefamiglia.it -