ASSOCIAZIONE ITALIANA DEI MAGISTRATI PER I MINORENNI E PER LA FAMIGLIA
[ HOME ] [ CERCA ] [ STAMPA ]
Corte Costituzionale, sentenza 10 giugno 2009, n. 179 - Sulla legittimità costituzionale dell'art. 336 c.c. in relazione alla mancata possibilità di nomina di un curatore speciale d'ufficio da parte del Tribunale per i minorenni (21.6.09)

Autorità giudiziaria: Corte Costituzionale 

Estensore: Criscuolo

Tipo e data provvedimento: sentenza 10 giugno 2009, n. 179

Sommario: dichiara l'inammissibilità della questione di legittimità costituzionale dell'art. 336 codice civile sollevata dal Tribunale per i minorenni di Ancona nella «parte in cui non prevede che il tribunale, in caso di urgente necessità di tutela del minore e di mancato esercizio di azione di potestà da parte dei genitori, dei parenti entro il IV grado o del PM, possa d’ufficio nominare curatore al minore affinché tale organo valuti la proposizione di azione a tutela di quest’ultimo», con la precisazione che «dal coordinamento tra le norme ora citate è desumibile che, nei procedimenti di cui all’art. 336 cod. civ., sono parti non soltanto entrambi i genitori, ma anche il minore, con la necessità del contraddittorio nei suoi confronti, previa nomina, se del caso, di un curatore speciale ai sensi dell’art. 78 del codice di procedura civile (sentenza n. 1 del 2002)».

Testo: vedi



[ HOME ] [ CERCA ] [ STAMPA ]
© 2017 AIMMF - Tutti i diritti riservati - Avvertenze legali
Per la corrispondenza con il sito: aimmf@minoriefamiglia.it -