ASSOCIAZIONE ITALIANA DEI MAGISTRATI PER I MINORENNI E PER LA FAMIGLIA
[ HOME ] [ CERCA ] [ STAMPA ]
Affido dei figli: cambia la legge. Divisi sì, ma genitori sempre (25.1.06)

Affido dei figli: cambia la legge. Divisi sì, ma genitori sempre.

(dal sito www.repubblica.it)

Affido condiviso. In nottata, sì definitivo anche all'affido condiviso. Le commissioni Giustizia e Tutela dell'infanzia di Palazzo Madama hanno approvato in sede deliberante il provvedimento. Dopo due anni di scontri e confronti, le nuove norme che modificano il codice civile sono legge. Favorevoli maggioranza e Margherita; astenuti Ds (fatta eccezione per un senatore) e Verdi.

La nuova legge stabilisce il principio della bigenitorialità, e cioè che madre e padre possono lasciarsi, separarsi o risposarsi, ma restano entrambi e per sempre genitoridei propri figli, con gli identici diritti e i medesimi doveri. Non più ore, giorni, settimane dell'anno precise nelle quali poter stare con il bambino; non più un solo genitore (quello affidatario) a decidere e assumersi la responsabilità delle scelte più importanti nella vita dei figli. "D'ora in poi - sottolinea la senatrice Baio Dossi correlatrice del testo - in casi di separazione anche se conflittuale il giudice opterà per affidare il minore a tutti e due i genitori. Va da sé che poi il figlio vivrà prevalentemente presso uno dei due. Ma nel rispetto dei comuni accordi. E dove l'accordo non c'è, nei casi di grave conflitto interverrà il giudice. E' una scelta coraggiosa - conclude la senatrice - che dice sì ad una legge destinata a modificare una società senza padri. Fino ad oggi il genitore affidatario, in circa l'84% dei casi, è stata la madre. Non si tratta di costringere i genitori ad andare d'accordo, ma di attuare scelte responsabili e di porre in essere comportamenti civili al solo fine di salvaguardare i figli".



[ HOME ] [ CERCA ] [ STAMPA ]
© 2017 AIMMF - Tutti i diritti riservati - Avvertenze legali
Per la corrispondenza con il sito: aimmf@minoriefamiglia.it -