ASSOCIAZIONE ITALIANA DEI MAGISTRATI PER I MINORENNI E PER LA FAMIGLIA
[ HOME ] [ CERCA ] [ STAMPA ]
Minori e carcere in Ticino (8.7.05)

Minori e carcere in Ticino

 

   La notizia che inseriamo è stata pubblicata sul quotidiano “la Regione Ticino” di Lugano nei giorni 19 e 21 maggio 2005 e ci è stata trasmessa dagli stessi giornalisti che hanno dato l’informazione. I due articoli riguardano il caso di detenzione preventiva e prolungata (4 settimane) di una 15enne in condizioni irrispettose della legge (contatto con detenute adulte).

 

   Il problema della detenzione preventiva dei minori in Ticino non è di questi mesi ed ha un suo drammatico precedente nel suicidio di un ragazzo avvenuto lo scorso anno nelle carceri cosiddette 'pretoriali' di Bellinzona, edificio, a parere tra gli altri della Commissione europea per la prevenzione e di Amnesty international, giudicato lesivo dei diritti umani e, ciononostante, tuttora utilizzato come carcere giudiziario sia per adulti sia per i minori.

 

   La situazione problematica dei minori in Ticino non si ferma però alla detenzione preventiva, perchè anche dopo la sentenza di condanna non esiste ancora una struttura di espiazione pena specifica per minori. L’espiazione dovrebbe avvenire, in futuro, in una struttura concepita allo scopo perché il Ticino si è legato, tramite convenzione, ai Cantoni romandi (di lingua francese quindi) nell'ambito dei quali dovrebbe venir costruita (ancora non c'è il cantiere) una struttura ad hoc. In ogni caso dalla Romandia il Ticino è separato, oltre che dalla barriera linguistica, anche dalla catena alpina, con distanze, e soprattutto tempi di percorrenza, notevoli.

 

   Appare evidente che la situazione della detenzione di minori insiemi agli adulti in Ticino risulta lesiva dell'art. 37, lett. c) della Convenzione sui diritti del fanciullo del 1989. Anche per il futuro però il problema appare preoccupante, perchè l'art. 40 della riforma federale del processo minorile svizzero (v. in questo sito) non risulta in sintonia con la Convenzione sui diritti del fanciullo e lascia spazio ad interpretazioni a sfavore dei minori, soprattutto quelli sopra i 15 anni.

 

Chi li prende? (21.5.05)

 

Le braci della vergogna (19.5.05)

 

 



[ HOME ] [ CERCA ] [ STAMPA ]
© 2017 AIMMF - Tutti i diritti riservati - Avvertenze legali
Per la corrispondenza con il sito: aimmf@minoriefamiglia.it -