ASSOCIAZIONE ITALIANA DEI MAGISTRATI PER I MINORENNI E PER LA FAMIGLIA
[ HOME ] [ CERCA ] [ STAMPA ]
La comunicazione scritta - Istituzionale obbligatoria - Integrata nella complessità - Strumento di tutela e garanzia del minore tra Autorità Giudiziaria e Servizi Sociali

La comunicazione scritta

 

- Istituzionale obbligatoria

 

- Integrata nella complessità

 

 

 

Strumento di tutela e garanzia

 

del minore tra Autorità Giudiziaria

 

e Servizi Sociali

 

 

 

Lunedì 13 dicembre 2004

 

Trieste

 

Sala Convegni della Biblioteca Statale

 

Largo Papa Giovanni XXIII, 6

 

 

 

Presentazione dell'iniziativa

 

Obiettivi

 

Il workshop qui presentato si propone come un momento di riflessione relativamente al particolare strumento di lavoro professionale rappresentato dalla comunicazione scritta, contestualizzata peraltro nella connessione Servizi Sociali - Autorità Giudiziaria. La tematica oggetto della giornata formativa, negli ultimi anni, è stata argomento di approfondimento, in sede regionale, da parte di operatori e docenti impegnati nella formazione inerente le adozioni internazionali.

 

Il ruolo della comunicazione deve essere quello di facilitare rapporti e conoscenze nel contesto sociale ed in ambito professionale., L'obiettivo del workshop, oltre a sottolineare questo principio, intende porre in evidenza i rischi di strumentalizzazioni e prevaricazioni di diritti a cui può portare un modo non professionalmente corretto di comunicare. La partecipazione al presente momento formativo di amministratori pubblici, giuristi, formatori, esperti ed operatori intende sottolineare l'importanza di una corretta comunicazione che valorizzi l'attività di forze diverse al fine di costruire dinamiche di tutela dei minori e dei soggetti deboli. Il tema della comunicazione scritta è stato anche trattato dal volume/testo "La comunicazione scritta tra Servizi Sociali e Autorità Giudiziaria", la pubblicazione del quale è stata possibile grazie ad un finanziamento regionale erogato alle Aziende per i Servizi Sanitari della Regione.

 

 

 

DESTINATARI

 

La giornata qui presentata è rivolta agli operatori della giustizia, dei servizi  pubblici e degli enti autorizzati per le adozioni internazionali, del volontariato, delle associazioni che si occupano a vario titolo dei minori ed è aperta anche agli studenti universitari e alla cittadinanza.

 

 

 

ARTICOLAZIONE DELL'INIZIATIVA

 

 

 

MATTINO

 

- ore 9.30 - 10.15

 

Introduzione ai lavori

 

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

 

dott.ssa Maria Teresa Bassa Poropat, Consigliere Regionale

 

dott. Gianlauro Iuretich, Servizio interventi e servizi sociali, Direzione centrale salute e protezione sociale

 

 

 

ore 10.15 - 11.00

 

Relazione: "Comunicazione istituzionale: aspettative dell'Autorità Giudiziaria e dei Servizi. Decreti e relazioni", dott. Luigi Fadiga, Presidente della Corte d'Appello di Roma, Sezione Famiglia e Minori

 

 

 

ore 11.00 - 11.15

 

Pausa

 

 

 

ore 11.15 - 12.00

 

Relazione: "Integrazione tra ruoli, professioni e saperi. La centralità del minore negli interventi e nella comunicazione", dott. Angelo Lippi, assistente sociale, docente al Corso di Laurea in Scienze Sociali presso l'Università di Siena

 

 

 

ore 12.00 - 12.30

 

Relazione: "Se il bambino non parla, chi parla per il bambino?", dott. Francesco Milanese, Tutore Pubblico dei Minori - Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

 

 

 

POMERIGGIO

 

ore 14.00 - 14.45

 

Relazione: "La formazione in servizio: ricadute nell'operatività", a cura dei Referenti dei Consultori familiari - équipe adozioni

 

 

 

ore 14.45 - 15.30

 

Relazione: "Comunicazione scritta: voci in dialogo", dott.ssa Patrizia Taccani, psicologa formatrice

 

 

 

ore 15.30 - 17.00

 

Dibattito e chiusura dei lavori a cura del dott. Luigi Fadiga.

 

 

 

MODALITA' DI ISCRIZIONE

 

L'iscrizione all'iniziativa va preceduta da una preiscrizione telefonica da effettuarsi presso la Segreteria dell'I.R.S.Se.S. allo 040 309968 (esclusivamente dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 14.00). Succesivamente ed entro il 7 dicembre 2004 dovrà pervenire via posta alla sede dell'I.R.S.Se.S. o via fax al numero 040 308952 una conferma scritta che contenga i seguenti dati: nome, cognome, qualifica, servizio, ente, indirizzo, numero telefonico e faz, indirizzo e-mail. E' anche consentita l'iscrizione tramite l'inoltro di una e-mail (indirizzo: irsses@irsses.it) che contenga tutti i dati sopraindicati.

 

Per ragioni di capienza della sala potranno essere accolte 100 persone al massimo. Verrà rispettato il criterio cronologico con riferimento alla preiscrizione.

 

La partecipazione all'iniziativa è gratuita.

 

 

 

ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE

 

Al termine del workshop e su richiesta degli interessati è previsto il rilascio di un attestato di partecipazione

 

 

 

ORARIO E SEDE

 

L'iniziativa si terrà con orario 9.30-12.30; 14.00-17.00 presso la Sala Congegni della Biblioteca Statale - Largo Papa Giovanni XXIII, 6 a Trieste.

 

La sede è raggiungibile dalla Stazione dei treni di Trieste con l'autobus n. 30.

 

 

 

COMITATO SCIENTIFICO

 

Augusta Accettulli e Anna Peris

 

Direzione centrale salute e protezione sociale - tel. 040 3775514 - Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

 

 

 

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA

 

Istituto Regionale Studi di Servizio Sociale

 

Via Carlo Combi, 13 - 34143 Trieste

 

tel. 040 309968 - fax 040 308952

 

e-mail: irsses@irsses.it; sito: www.irsses.it

 

Coordinatore organizzativo:

 

Alessandro Sicora

 

(e-mail: responsabileformazione@irsses.it)

 

Tutor:

 

 Alessia Colarusso

 

(e-mail: tutor@irsses.it)



[ HOME ] [ CERCA ] [ STAMPA ]
© 2018 AIMMF - Tutti i diritti riservati - Avvertenze legali
Per la corrispondenza con il sito: aimmf@minoriefamiglia.it -