ASSOCIAZIONE ITALIANA DEI MAGISTRATI PER I MINORENNI E PER LA FAMIGLIA
[ HOME ] [ CERCA ] [ STAMPA ]
Dibattito sull'adozione mite tra gli operatori minorili (20.11.04)

   I documenti che vi presentiamo riguardano l'istituto dell'adozione  c.d. "mite" o "aperta", che trova il suo fondamento giuridico nella norma prevista dall'art. 44 lett. d) della legge n. 184/83 sull'adozione e l'affidamento di minori  ( adozione in  casi particolari ). 

   Si tratta di una norma utilizzata dai Tribunali per i minorenni per poter definire in modo certo la condizione giuridica di un minore, come, ad esempio, quando si trovi da molto tempo in una famiglia affidataria o in un istituto o comunitā, senza che vi siano possibilitā immediate di recupero della famiglia d'origine , ma in mancanza dei presupposti per la dichiarazione dello stato di adottabilitā ( situazione non di abbandono completo, ma di semi-abbandono ).

   L'adozione prevista dall'art. 44 lett. d) non č legittimante, in quanto non prevede l'interruzione definitiva dei rapporti del bambino con la famiglia di origine.

   Per un approfondmento del tema dell'adozione v. la scheda

I documenti presentati

Chi ha paura dell'adozione mite? - Documento della Sezione AIMMF di Bari dell'8.11.04

L'adozione mite - Come svalorizzare l'adozione - Documento ANFAA del 9.11.04



[ HOME ] [ CERCA ] [ STAMPA ]
© 2017 AIMMF - Tutti i diritti riservati - Avvertenze legali
Per la corrispondenza con il sito: aimmf@minoriefamiglia.it -