ASSOCIAZIONE ITALIANA DEI MAGISTRATI PER I MINORENNI E PER LA FAMIGLIA
[ HOME ] [ CERCA ] [ STAMPA ]
Il ruolo del giudice onorario minorile

L’esperienza dei giudici onorari come partecipazione a processi di integrazione professionale

 

Roberto Maurizio*

 

Premessa

 

Con questo intervento intendo proporre alcune considerazioni in ordine al ruolo dei giudici onorari nell’ambito della giustizia minorile. Sono considerazioni a cui arrivo a partire dall’esperienza direttamente vissuta presso il Tribunale per i minorenni di Torino dal 1994 e dalla conoscenza dell’esperienza di altri colleghi presso diversi Tribunali, con i quali ho avuto modo – in questi ultimi anni - la fortuna ed il piacere di confrontarmi.

Il punto di vista che proverò a proporre considera un aspetto a mio avviso centrale della questione del ruolo del giudice onorario: l’integrazione professionale. Ritengo, infatti, che ciascun professionista, nel momento in cui assume la funzione di componente onorario del Tribunale deve avere chiaro che è chiamato ad esercitare non tanto la propria professione in un luogo diverso da quello abituale, quanto a condividere le proprie conoscenze e competenze professionali in una situazione di integrazione con altri professionisti (non necessariamente omogenei) e con i magistrati togati.

                                                                      continua

 

* Educatore professionale, Giudice onorario T.M. Torino


 

 

 



[ HOME ] [ CERCA ] [ STAMPA ]
© 2017 AIMMF - Tutti i diritti riservati - Avvertenze legali
Per la corrispondenza con il sito: aimmf@minoriefamiglia.it -