ASSOCIAZIONE ITALIANA DEI MAGISTRATI PER I MINORENNI E PER LA FAMIGLIA
[ HOME ] [ CERCA ] [ STAMPA ]
Riflessione sul ruolo e sulla evoluzione della magistratura onoraria minorile

1934-2004: 70 anni di giustizia minorile in Italia

 Riflessioni sul ruolo e sulla evoluzione della magistratura onoraria minorile 

 Il tema dei giudici onorari minorili è uno di quelli cruciali della giustizia minorile, perchè la magistratura onoraria ha dato un significato preciso ed effettivo alla specializzazione del giudice minorile. Non è un caso che nel tentativo di vanificare tale specializzazione, la funzione dei giudici onorari sia stata uno dei principali punti di attacco da parte del progetto di riforma governativo dei tribunali per i minorenni.

   La nostra Associazione peraltro, pur riconoscendo il fondamentale apporto culturale e di esperienza dei giudici onorari alla realizzazione della giustizia minorile, non ritiene che nulla debba essere modificato in tale materia – sia dal punto di vista normativo, sia dal punto di vista delle prassi di lavoro - atteso che il dibattito in corso già da tempo all’interno dell’AIMMF ha evidenziato la necessità di una “rivisitazione” di tale ruolo alla luce dei cambiamenti sociali e normativi intervenuti nel corso di tanti anni dalla sua istituzione.

   Intendiamo pertanto aprire a tutti i soci tale dibattito, facendo leva su quella tensione culturale che in tanti anni di lavoro vi è stata tra magistrati togati ed onorari all’interno degli uffici giudiziari minorili - alla quale siamo stati richiamati anche da uno dei “padri” della giustizia minorile, il collega Italo Cividali - tensione che ha prodotto risultati importanti nella crescita della cultura minorile all’interno dell’Associazione, della magistratura e della società tutta e che riteniamo possa continuare a produrre risultati fecondi.

   Il dibattito viene aperto con le relazioni introduttive che sono state predisposte dai Consiglieri Fadiga e Maurizio, i quali ringrazio a nome dell'Associazione per l'importante  lavoro realizzato , con l’auspicio che possa essere arricchito dai contributi che perverranno da parte di tutti soci e che possa essere ripreso all’interno delle singole sezioni locali dell’AIMMF

Il Presidente dell’AIMMF  dott. Pasquale Andria  al Consiglio Direttivo del 28.5.04

 

Gli interventi

- Dott. Luigi Fadiga , Presidente Sezione Minori e Famiglia della C.A. di Roma

- Dott. Roberto Maurizio, G.O. T.M. Torino

- Dott. Giancristoforo Turri, Procuratore  T.M. Trento

- Dott. Giuseppe Dimattia, G.O. T.M. Venezia

- Dott.ssa Roberta Bommassar, G.O. T.M. Trento

- Dott. Mario Santini, G.O. T.M. Firenze

- Dott.ssa Pina Cucco, G.O. T.M. Salerno

- Dott.ssa Gemma Rota, Già G.O. T.M. Torino

-Dott.ssa Piera Serra, Già G.O. T.M. Bologna

 



[ HOME ] [ CERCA ] [ STAMPA ]
© 2017 AIMMF - Tutti i diritti riservati - Avvertenze legali
Per la corrispondenza con il sito: aimmf@minoriefamiglia.it -