ASSOCIAZIONE ITALIANA DEI MAGISTRATI PER I MINORENNI E PER LA FAMIGLIA
[ HOME ] [ CERCA ] [ STAMPA ]
Laura Laera: Adottabilità, adozione, idoneità (6.7.04)

Seminario di studio organizzato dall'AIMMF- Zona Nord

"Rilevazione e confronto sulle prassi degli Uffici giudiziari, in relazione ad alcuni nodi critici del diritto e della procedura civile minorile"

Castiglione delle Stiviere, 22 e 23 maggio 2004

ADOTTABILITA’, ADOZIONE, IDONEITA’

di Laura Laera*

   Ritengo che non sia casuale che il primo argomento su cui oggi siamo chiamati a discutere abbia per oggetto l’adozione. La disciplina dell’adozione costituisce infatti un osservatorio privilegiato per comprendere quali siano i mutamenti in corso in materia di famiglia nella società e nelle scelte legislative , che in genere sono il risultato di un processo di evoluzione del diritto di famiglia nella sua globalità, sempre in fieri, soprattutto negli ultimi anni, e di cui spesso anticipa i successivi sviluppi, fornendo le linee guida per l’intero sistema. L’adozione infatti, più di ogni altro istituto, definisce il rapporto tra genitori e figli, dettandone regole e limiti, e individua quali siano i compiti delle istituzioni, magistratura compresa, rispetto alla famiglia, intesa nel senso più ampio del termine, come complesso delle sue relazioni anche allargate ad altri famigliari oltre i genitori.

   E’ quindi una cartina di tornasole sullo stato dei diritti del minore nel nostro sistema giuridico e sul suo grado di effettiva protezione. I più recenti interventi legislativi in materia di famiglia hanno infatti riguardato la disciplina dell’adozione in generale e dell’adozione internazionale in particolare con le modifiche alla legge 184/83 apportate dalla Legge 31.12.1998 n. 476 e la Legge 28.3.2001 n.149 e proprio in quest’ultima legge sono contenute importanti modifiche che riguardano per l’appunto anche i procedimenti civili relativi alla potestà. L’esame di queste modifiche , alcune di carattere sostanziale altre di carattere processuale , anche alla luce del disegno di legge sulla difesa tecnica, non ancora approvato, mi porta ad esprimere alcune considerazioni di carattere generale e quesiti sulla reale considerazione dei diritti del minore e del suo superiore interesse da parte del nostro legislatore.

continua

*Giudice del Tribunale per i minorenni di Milano, Segretaria della Sez.Milanese dell’AIMMF



[ HOME ] [ CERCA ] [ STAMPA ]
© 2017 AIMMF - Tutti i diritti riservati - Avvertenze legali
Per la corrispondenza con il sito: aimmf@minoriefamiglia.it -